.
Annunci online

 
lostonato 
il blog di Giambattista Salis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | politica | società | libri | pensieri | citazioni | vignette | interviste |
 
Diario
1visite.

29 febbraio 2008

Dal sito on line del quotidiano di via Solferino i dieci articoli più letti del mese.

 
Dal sito on line del quotidiano di via Solferino i dieci articoli più letti del mese:

1- Ciccio e Tore per un po' vivi nella cisterna.
Poi la morte, forse per il freddo e la fame.
Tragico epilogo di una tragica storia. L'unica cosa certa è che abbiamo due angioletti in più nel Paradiso che ci potranno proteggere.
<b>Orrore a Gravina:</b> I due fratellini hanno lottato per salvarsi











2-
Scontro tra bus e tram, muore una donna.
Conducente dell'auto indagato per omicidio.
A Milano, tragica pagina di cronaca italiana.



3- La lista unica spacca il centrodestra.
...si è spaccata la parte del centro o della destra?
Fini-Berlusconi








4-
È morta l'ex pornostar Lollipop.
Su qualche forum, qualche idiota ha collegato questa notizia a quella del punto n.7







(L'ex pornostar con il regista Luca Damiano)


5-
Francia, poster choc.
Pensavo fosse Zidane che prendeva a testate i suoi...
Una giovane coppia "costretta" a consumare un rapporto
sessuale nel letto matrimoniale occupato dai genitori.
Non mi son sentito di mettere la foto. Voi che ne dite?


6-
Così i fratellini hanno tentato di salvarsi.
La tragica vicenda di Ciccio e Tore ancora tra le più lette.
<b>Orrore a Gravina:</b> I due fratellini hanno lottato per salvarsi











7-
«Non l'ho uccisa, ho solo fatto
sesso con il cadavere della ragazza»
...ah, beh... Quand'è così, allora...
Vergogna


8-
Gravina, resti umani in fondo al pozzo.
"Sono i corpi dei fratellini Pappalardi"
Il primo capitolo della luttuosa vicenda di Ciccio e Tore.
<b>Orrore a Gravina:</b> I due fratellini hanno lottato per salvarsi











9-
Storia di Natasha, da miss a prostituta
Notizia già segnalata il mese scorso. Repetita juvant?







Natasha, ex modella, ora fa la prostituta
(da www.guardian.co.uk)


10-
Travolte alla fermate del bus, 5 vittime
A Fiumicino, l'immancabile tragedia annunciata degli immancabili disservizi italiani.
L'incidente e' avvenuto in via Idra

Sesso e sangue. Ancora una volta sono queste le notizie più cliccate. Cercare il gusto dell'orrido, della trasgressione, stile "buco della serratura". Guardare e non essere visti. Sbirciare e non essere scoperti. Le notizie che hanno più il senso della corporalità, in qualsiasi stadio siano, sono quelle che attirano di più.
Perchè anche noi sappiamo cos'è il sesso, anche noi abbiamo il sangue che scorre nelle vene.
Ma tutti prudiamo dalla voglia di sapere "chi, fa cosa a chi, e come lo fa".
Rinnovo: non ho messo la foto nella notizia numero 5.
Voi che ne dite?
Attendo i vostri pareri -su questo, come sulle altre notizia del post-  augurandovi un buon fine settimana.

LO STONATO


25 febbraio 2008

La Famiglia prima di tutto.

All in the family … Fidel Castro talks to his brother Raul in
2004.

LA FAMIGLIA
PRIMA DI TUTTO.


È lui, Raul Castro Ruz, l'«eterno secondo» della Rivoluzione, la personalità che l'Assemblea nazionale ha scelto per assumere il timone di Cuba nel prossimo quinquennio che, a detta di tutti gli analisti, non si presenta per nulla facile.

Da sempre vicepresidente e comandante delle Forze armate rivoluzionarie (Far), il più giovane dei Castro ha da subito fatto capire che la sua gestione non sarà burocratica nè di routine, quando nel messaggio letto in Assemblea dopo l'elezione, ha toccato senza giri di parole tutti i punti controversi della politica e dell'economia cubana, ammettendo apertamente l'esistenza di «difficoltà interne».

Le possibilità che un outsider potesse a sorpresa cambiare lo scenario di una elezione che a L'Avana si dava per scontata, è andata via via scemando con il passare delle ore, fino alla pubblicazione del lavoro della Commissione nazionale per le candidature che ha riconfermato Ricardo Alarcon alla presidenza dell'Assemblea, e soprattutto ha spalancato il cammino verso la presidenza a Raul Castro.

Dopo il voto a scrutinio segreto del Parlamento, che è apparso ai più come una formalità davanti ad un risultato scontato, Alarcon ha ufficializzato l'elezione di Raul, che sarà affiancato da numerosi compagni appartenenti al gruppo delle »personalità storiche« (Ramon Machado Ventura, il Comandante della Rivoluzione Juan Almeida ed i militari Abelardo Colomè Ibarra e Julio Casas) e da due esponenti della »generazione di mezzo« (il vicepresidente Carlos Lage e Esteban Lazo).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. La Famiglia prima di tutto.

permalink | inviato da lostonato il 25/2/2008 alle 14:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa

21 febbraio 2008

Una promessa è una promessa...

Una promessa è una promessa...

Nessun tipo di ingabbiattura di liste elettorali può esimermi da postaVi
questa notizia , per rispetto di chi perde persone care in situazioni tragiche nel Terzo Millennio.
Vi avevo fatto una
promessa e la voglio tenere come Vi dissi a suo tempo, nonostante tutte le beghe quotidiane.
Nonostante tutte le
rassicurazioni, è bene non mollare mai la presa.

LO STONATO.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. una promessa è una promessa...

permalink | inviato da lostonato il 21/2/2008 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa

18 febbraio 2008

GNA FAMO!


Con dedica speciale alla mia amica...


 "Yes, we can" ?




"Si può fare" ?



...macchè: GNA FAMO!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gna famo

permalink | inviato da lostonato il 18/2/2008 alle 21:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

11 febbraio 2008

Christian Rocca CONTRO L'ONU

 

copertina libro Contro l'ONU - Il fallimento delle Nazioni Unite e la formidabile idea di un'alleanza tra le democrazie

Edizioni Lindau (2005) - 160 pagine
ISBN: 978887185436



Le Nazioni Unite sono fallite. Bisognerebbe prenderne atto, dirlo chiaramente, non sprecare tempo con riforme e alchimie istituzionali. Rispetto alle grandi questioni come la sicurezza e la pace, l’Onu è un ente inutile, anzi dannoso. Il Consiglio di Sicurezza e l’Assemblea Generale hanno tradito lo spirito e i principi contenuti nella Carta istitutiva. Se davvero crediamo nel sogno di stabilità dei fondatori dell’Onu è arrivato il momento di dire «mai più» alle Nazioni Unite e di sostenere la formidabile idea di un’alleanza tra le democrazie.

Eterogenesi dei fini? No, tragedia annunciata. Non serve allora riformarla, occorre abolirla quanto prima.
L’Onu, infatti, come predecessori ed epigoni in sedicesimo, è la trasposizione alle relazioni internazionali dell' "imperativo categorico" della “morale vuota” kantiana su cui si regge. Quello che, aboliti i princìpi, edifica una cattedrale laica su “valori” che si dà, ex auctoritate di statuto fondativo, la potestà di enforcement di una petitio principii. Bisogna stare uniti perché divisi non si può stare.

Per Rocca sono da chiudere anzitutto l’Assemblea Generale e il Consiglio di Sicurezza.

Perché il punto è questo. Anzi questi:
1) se la Carta dei diritti umani dell’ONU non tutela la persona così come essa è, ma è lo strumento per dare forza di legge a diritti stabiliti a tavolino;
2) se, come scrive bene Rocca, «l’elenco dell’irrilevanza e dei disastri compiuti dall’Onu è lungo, quasi infinito»;
3) se la paralisi dell’ONU inizia nel 1948, con l’incapacità di difendere la propria risoluzione sullo Stato d’Israele;
4) se la sua ignavia è continuata per mezzo secolo nell’Europa Orientale – tiranneggiata dall’Unione Sovietica che occupava uno dei seggi del suo ristrettissimo Consiglio di Sicurezza –, in Asia – minacciata dalla Cina rossa che occupava un altro di quei seggi –, nei genocidi dell’Africa – compreso il suo Corno ai tempi di Bill Clinton, con  gli Stati Uniti di Clinton che fecero altrettanta pessima figura –, nell’ex Jugoslavia della pulizia etnica;
5) se le volte che è invece andata bene (Corea anni Cinquanta e due volte nel Golfo Persico) è stato per merito di Unione Sovietica (che boicottò l’ONU onde delegittimare Taiwan) e Stati Uniti (che hanno agito da sé, costringendo l’ONU a muoversi);
6) se, dice sempre Rocca, fra i suoi Stati-membri c’è un «buon 40% di regimi non democratici»;
7) e se per di più costa maledettamente di denari nostri che spenderemmo meglio altrimenti, allora forse è giunto il momento della sepoltura definitiva.

Rocca propone l’alternativa, elaborata dal Partito Radicale Transnazionale, di un’alleanza mondiale delle democrazie, secondo la formula, stupenda, che «la democrazia e la libertà siano le più potenti armi di protezione di massa dei popoli». Ma perché non si trasformi in un passaggio simile a quello, sciagurato, fra SdN e ONU, bisogna che si abbandoni Kant. Ci vuole un principio prima di un valore. E stante che “principio” vale anche “inizio”, forse è opportuno ragionare seriamente di quella nuova translatio imperii a favore degli USA che, piaccia o no, di fatto già opera da tempo. E che, piaccia o no, opera meglio dell’ONU.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. christian rocca contro l'onu

permalink | inviato da lostonato il 11/2/2008 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa

6 febbraio 2008

Dal sito on line del quotidiano di via Solferino i dieci articoli più letti del mese.

 
Dal sito on line del quotidiano di via Solferino i dieci articoli più letti del mese:


1)
Prodi sconfitto in Senato: cade il governo. Il premier al
Quirinale si è dimesso. (La prima caduta di un Governo
seguita via web. Terzo ed ultimo atto.)


---------------------------------------------------------------------------

2)
Prodi ottiene la fiducia alla Camera. «Romano deciso
ad andare avanti» (Decisamente Romano.
Come sopra. Secondo atto.)


---------------------------------------------------------------------------

3)
Isabella Ferrari: «In Caos calmo la scena più
forte della mia carriera» ( Alla faccia della sinistra pudica...
e bravi Isa e Nanni! 7+! )
 (sono loro, sono loro...)

---------------------------------------------------------------------------

4)
Legrottaglie: «Non faccio sesso da 2 anni»
(Gli juventini tutti rigraziano. E consigliano immediato fidanzamento... in panchina?)


---------------------------------------------------------------------------

5)
C'è vita su Marte? Ufologi in tilt.
(Qualcuno dirà di fare la stessa ricerca al Senato;
qualcun'altro, nelle fila del (l'ex) Governo. Palazzinari.)
 (che volete... ho cliccato su Google "tilt" ed è
uscita 'sta foto...)

---------------------------------------------------------------------------

6)
Zenobi indagata per tentata estorsione
(Zenobi? Zenobi chi?)


---------------------------------------------------------------------------

7)
«Cara mamma, ho già avuto 50 amanti»
(Mamma? Mamma chi? Ma chi sei? Ma che voi? Ma chi te conosce... Ma vedi d'annattene...)


---------------------------------------------------------------------------

8)
Prodi chiede la fiducia alle Camere:«Abbiamo rimesso in piedi il Paese» (Vedi n°1 e 2; Primo Atto)


---------------------------------------------------------------------------

9)
Storia di Natasha, da miss a prostituta.
(La protagonista del n°7 prima di fare la partita Iva:
per Tremonti questa è carne da porco! ...ops...)


---------------------------------------------------------------------------

10)
«Concussione» nei confronti di Bassolino Nei guai i Mastella e l'Udeur campano (Ohibò!!! C'è l'Udeur fuori dalla Campania???
In quale enclave???)

sfoglia
gennaio        marzo