.
Annunci online

 
lostonato 
il blog di Giambattista Salis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | politica | società | libri | pensieri | citazioni | vignette | interviste |
 
Diario
1visite.

8 dicembre 2008

"CHINESE DEMOCRACY" - IL RITORNO DEI GUNS N' ROSES

Guns N' Roses - Chinese Democracy















"CHINESE DEMOCRACY"
IL RITORNO DEI GUNS N' ROSES


Possiamo girarci attorno. Possiamo far finta di nulla, chiudere gli occhi e fingere che non stia accadendo alcunché.
Possiamo credere che, quello che sta avvenendo nel mondo della musica in questi giorni sia qualcosa di assolutamente marginale e senza importanza.

Tuttavia, è opportuno cercare di dare riscontro ad una precisa domanda, con onesta sincerità.
Qual è l’album che, più di tutti, negli ultimi quindici anni è stato atteso, chiacchierato, annunciato, rimandato e mitizzato in ambito rock, ma non solo? Qual è il disco di cui tutti conoscevano il nome ed alcuni stralci, ma che sembrava destinato a divenire affare mitologico e fantasioso, al pari dello Yeti, del mostro di Lochness e dell’area 51?

La risposta l’avete trovata da soli e se non l’avete trovata, beh, leggete il titolo di questa recensione…
Già, perché come riportato qualche giorno fa da un importante quotidiano nazionale, la cosa è grossa.

Miracolo, tornano i Guns n’Roses, era il titolo.
Roba da far tremare le gambe, da sconvolgere le charts di tutto il globo ma soprattutto, da annegare di moneta sonante il buon Axl Rose, unico membro rimasto della formazione che fu (insieme al tastierista Dizzy Reed), vero artefice e burattinaio di questo gigantesco carrozzone mediatico.

Continua...

sfoglia
novembre        gennaio